La scadenza dei cosmetici: l’importanza delle date!

Una buona skincare routine non prescinde mai dalla qualità del prodotto, soprattutto se quest’ultimo è stato scelto appositamente per il nostro tipo di pelle. Tuttavia, trovarsi bene con un cosmetico non significa che, dal momento dell'apertura, lo si possa utilizzare per anni e anni senza ricomprarlo...la scadenza di un prodotto esiste, ed è importante!


scadenza prodotti cosmetici
scadenza dei prodotti cosmetici


Si parla sempre troppo poco della scadenza dei prodotti cosmetici, un elemento che non andrebbe mai sottovalutato. Proprio come il cibo (il latte, lo yogurt e tanto altro), anche la crema viso, il siero, il tonico e i prodotti di make-up hanno una data di scadenza ben precisa. Data che, proprio come nel caso del latte a lunga conservazione, cambia dal momento dell’apertura.



Occhio al PAO

Sappiamo dove cercare la data di scadenza in un cartone di succo di frutta, ma nel cosmetico… dove si cela? Il simbolo che devi andare a cercare è quello del PAO (period after opening), che indica esattamente per quanti mesi dopo l’apertura è ancora possibile utilizzare senza problemi un determinato cosmetico. Potrebbero essere 6, 12, 18 mesi o più: è fondamentale attenersi a ciò che il PAO indica, onde evitare problemi a livello dermatologico.


Il prodotto non è scaduto ma… non sembra buono. Perché?

Non sempre un prodotto si conserva al meglio dopo l’apertura: sono diversi infatti i fattori che possono portare alla sua deterioramento. Come ci si accorge, dunque, se un cosmetico non è più buono? Di certo non vi dirò di assaggiarlo (non sarebbe proprio il caso), ma ecco le caratteristiche alle quali fare attenzione:

  • Odore Un cosmetico “andato a male” risulterà rancido e maleodorante. Se così fosse, non abbiate indugi: gettatelo immediatamente.

  • Consistenza Una crema che perde la sua texture naturale diventando grumosa, dura o altro… non è convincente!

  • Colore L’alterazione del colore è un valido campanello d’allarme!

  • Separazione Qualora il cosmetico risulti diviso in due parti ben visibili (una oleosa ad esempio e una più consistente), è proprio il caso di gettarlo nel gestino della spazzatura.


Ti svelo un segreto: non tenere i cosmetici in bagno!


Immagino che molte di voi di fronte a quest’affermazione staranno sbarrando gli occhi, ma è proprio così: il bagno è uno dei luoghi peggiori in cui conservare i propri prodotti cosmetici. Il motivo è da attribuire all’eccesso di umidità, che può rovinarli in maniera irreversibile. Il luogo perfetto può essere la camera da letto o il salone, ancor meglio se conservati in un cassetto e… al buio! Eviteremo così di esporre il prodotto alla luce del sole e lo proteggeremo da fonti di calore.


Altri consigli per un’ottima conservazione


Infine, vi consiglio di chiudere sempre bene il tappo o il coperchio del vostro cosmetico. Non solo: prendete la buona abitudine di applicarlo prelevandolo con una spatolina, che eviterà la contaminazione sui possibili germi, batteri e polvere che si depositano sulle dita. Ultimo, ma non meno importante: applica una targhetta adesiva per ricordarti la data d’apertura del cosmetico. In questo caso non potrai sbagliare!

77 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti